Banner
  • English (United Kingdom)
  • Italian (Italy)
123
Mitra Global CMS Mitra Global CMS Mitra Global CMS
 
Storia e leggenda

Il Gatto Sacro di Birmania è il protagonista di una delle leggende più affascinanti del mondo felino…

Si narra infatti che in Birmania prima della venuta del Buddha, vivevano gli Khmer, un popolo tranquillo e molto religioso che venerava le sue divinità in splendidi templi. In uno di questi, dedicato a Tsun-Kian- Kse, divinità che presiedeva alla reincarnazione delle anime, si ergeva una sua preziosissima statua tutta d'oro massiccio che aveva due enormi e preziosi zaffiri al posto degli occhi. Il tempio era sorvegliato giorno e notte da monaci che si prendevano cura di cento gatti, bianchi dalle zampe colore della terra, poiché ritenevano che dopo la morte si sarebbero incarnati nei gatti sacri. Nel tempio viveva anche un vecchio lama di nome Kittah Mun-Ha che trascorreva l’esistenza pregando e venerando la dea ed aveva come compagno Sihn, un gatto bianco dagli occhi gialli..
Un giorno il tempio fu assalito da alcuni predoni che lo saccheggiarono e uccisero Kittah Mun-Ha mentre, con a fianco il suo gatto bianco, stava in meditazione davanti alla statua della dea. Non appena Sinh vide il suo amato padrone steso al suolo, saltò sul corpo del maestro guardando intensamente la dea come a chiedere vendetta. Avvenne allora una magica trasformazione:proprio nell'istante in cui il monaco morì, il mantello del gatto acquisì una sfumatura dorata come l'abito della dea, i suoi occhi mutarono dal giallo al blu zaffiro il muso, le zampe e la coda si tinsero dei colori della terra, mentre le estremità delle zampe, a contatto con il corpo del monaco, divennero di un bianco candido, simbolo di purezza. Dopo alcuni giorni di veglia Sihn morì, e tutti gli altri gatti del tempio divennero magicamente del suo stesso colore, e lo trasmisero ai loro discendenti.Per questa suggestiva leggenda il Birmano viene considerato Sacro.

Questa è la leggenda… ma nella realtà esistono varie ipotesi sull’’origine di questa splendida razza. Una di queste racconta che dei monaci diedero in dono ad un ufficiale inglese una coppia di gatti purtroppo durante il viaggio il maschio morì ma fortunatamente la femmina che era in dolce attesa con la sua cucciolata diede inizio alla razza Birmana. Un’altra ipotesi vuole il Birmano come il risultato di un incrocio tra un Persiano e un Siamese avvenuto in Francia nel 1924.

Comunque qualsiasi sia la verità sull’’origine del Gatto Sacro di Birmania l’importante è che oggi noi possiamo godere della compagnia di questi meravigliosi ed affettuosi felini dal manto bianco e dagli occhi blu.
 
 
Mitra Global CMS Mitra Global CMS Mitra Global CMS